Ricette » dessert » Pasha

Pasha

Pasha è un dolce tradizionale della Pasqua finlandese originario della Carelia che una volta faceva parte della Russia. Viene cotta in una forma speciale di legno con incisi simboli della Pasqua ortodossa che rimangono impressi nel dolce quando viene sformato. Questa forma può essere sostituita con un vaso di terracotta per fiori di circa 12,5 cm di diametro col buco in fondo, in modo da fare sgocciolare bene l'eventuale liquido contenuto nell'impasto di ricotta.

6 persone

  • 200 g di burro
  • 750 g di ricotta
  • 3 uova
  • 200 ml di panna da montare
  • 70 g di zucchero
  • 50 g di uvetta
  • 50 gr di scorzette di arancio
  • 50 g di mandorle tritate
  • 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 vaso da fiori di 12.5 cm di diametro col buco

Questo dolce va preparato il giorno prima del suo consumo.
Avvolgete strettamente la ricotta in una garza da cucina e lasciate sgocciolare il liquido in eccesso in modo che il formaggio risulti bene asciutto. In una ciotola di metallo o di vetro pyrex, con l'aiuto di un frullino elettrico, mescolate le uova con lo zucchero, con la panna ed il burro appena sciolto sul fuoco. Continuate a montare il composto a bagnomaria, appoggiando la ciotola su una pentola con dell' acqua bollente, in modo da ottenere una crema densa e spumosa. Aggiungete poi la ricotta ed il succo di limone amalgamandoli al composto con cura. Per ultimi unite le mandorle, l'uvetta, le scorzette di arancio candite e le spezie in polvere.
Foderate il vaso di fiori forato con della garza da cucina bagnata e molto ben strizzata e versatevi il composto ripiegando poi la garza sulla sua superficie. Apoggiate il vaso in una scodella, coprite il composto con un piattino su cui metterete un peso di circa mezzo chilo(una scatola di pelati, per esempio). Fate raffreddare per tutta la notte in frigorifero togliendo ogni tanto il liquido che trovate nella ciotola.
Passato il tempo di riposo ed il Pasha risulta bello sodo al tatto, rovesciatelo sul piatto di portata togliendo la garza con delicatezza e portatelo in tavola. Alcuni ci distribuiscono tutto intorno  fragole ben lavate.