Ricette » riso » Risotto alla granseola
Ricette » riso » Risotto alla granseola

Risotto alla granseola

Per 6 persone

  • 6 granseole
  • 500 gr di riso Carnaroli
  • 3 cucchiai olio di oliva
  • uno scalogno finemente tritato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • brodo bollente (va bene anche quello di dado)
  • 4 cucchiai di panna

Pulite il guscio della granseola con una spazzola dura, tenendola sotto il getto dell'acqua, in modo da togliere completamente tutto lo sporco.
Gettate la granseola in acqua bollente e lessatela per 10 o 15 minuti (secondo la grossezza) lasciandola poi raffreddare immersa nel liquido di cottura. Quando è fredda, scolatela bene e staccate tutte le chele e le zampe che terrete da parte.
La granseola ora ha l'aspetto di una scatola rotonda in cui il guscio superiore rappresenta il coperchio: fate leva, delicatamente sotto gli occhi, con la mano, tirate delicatamente e vedrete che il guscio si staccherà facilmente. Noterete che nella sua parte inferiore, vi sono degli scomparti cartilaginosi ed è fra questi che, con molta pazienza, dovete ricavare i filettini di polpa.
Lavate il coperchio, asciugatelo bene e tenetelo da parte.
Soffriggete nell'olio lo scalogno, aggiungete il riso e girandolo sempre, fategli bene assorbire l' olio.
A questo punto alzate il fuoco e bagnate il riso prima con il vino, che lascerete evaporare, poi con 1 mestolo di brodo bollente; mescolate sempre versando, poco alla volta, dell'altro brodo.
Trascorsi 15 minuti, dovete assaggiare il riso molto di frequente per essere sicuri che non scuocia e aggiungete del sale, se necessario. Cinque minuti prima di togliere il riso dal fuoco aggiungete la polpa della granseola, compresa quella contenuta nelle chele.
Quando il riso è cotto, toglietelo dal fuoco, mantecatelo con la panna, e servitelo nei gusci della granseola.


 


Ricette simili