E' una brioche a forma di treccia che si prepara tradizionalmente a Pasqua in Grecia. Viene profumata con la mastica ed il malepi, spezie difficili da trovare qui da noi, ma potete sostituirle con il cardamomo in polvere e anice in polvere.

  • 600g di farina O
  • 150 ml de latte
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 150 g di zucchero
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • la scorza di un arancio grattugiata
  • 1 cucchiaino di malepi/anice in polvere
  • 1/2 cucchiaino di mastica in polvere/ cardamomo in
  • 150 g di burro fuso
  • un pizzico di sale
  • 1 uovo sodo colorato con colorante alimentare rosso
  • 2 rossi d'uovo
  • mandorle a lamelle

Se avete la planetaria mettete nel suo recipiente la farina con il lievito di birra sciolto nel latte a temperatura ambiente, le uova intere, lo zucchero, il sale, la scorza dell' arancia e le spezie; azionate la macchina e lasciate impastare per circa 8 minuti a velocità ridotta; trascorso tale tempo, unite il burro fuso, facendolo incorporare all'impasto poco alla volta, terminate con il sale e finite di impastare per altri 5 minuti circa o comunque fino a quando l'impasto risulterà liscio, omogeneo, ma sopratutto elastico. Lasciate lievitare a temperatura ambiente coprendo con la pellicola trasparente, fino al raddoppio dell'impasto.
Quando raddoppiato, rovesciate la pasta sulla spianatoia schiacciandola con i palmi della mano per rompere la lievitazione, impastando leggermente con le mani.
Dividetela infine in 4 pezzi uguali che arrotolerete in modo da ottenere 4 cilindri che intreccerete (due per ogni treccia) dando la classica forma di treccia. Appoggiatele queste trecce su una leccarda foderata da carta forno, decorate il centro con l'uovo sodo e fatele riposare per circa un ora.
Tracorso questo tempo, spenellatele con il rosso d'uovo, cospargete la superficie con le mandorle a lamelle e infornatele a 180° per circa 30/35 minuti.

Se invece volete farla a mano procedete cosi:
Sciogliete il lievito in 100 ml di latte, versatelo in una ciotola contenente 150 gr di farina e mescolate bene in modo da ottenere un impasto omogeneo.
Copritelo con un panno e lasciatelo riposare per circa mezzora il tempo necessario a che radoppi il suo volume.
Nel frattempo, mescolate in un altra ciotola il latte avanzato con 2 uova, con lo zucchero, con il sale, con la scorza dell' arancia e con le spezie.
Quando il primo impasto ha raddoppiato il suo volume mescolatela aggiungete il composto di uova e latte e mescolate bene.
Aggiungete la farina avanzata e incominciate a lavorare l'impasto piegandolo e rigirandolo fino a quando l'impasto risulterà morbido.
A questo punto immergete le mani nel burro fuso e lavorate l'impasto fino a quando il burro è stato ben assorbito.
Continuate in questo modo fino a quando avete fato incorporare tutto il burro.
A questo punto fate lievitare a temperatura ambiente coprendo con la pellicola trasparente, fino al raddoppio dell'impasto.
Quando raddoppiato, rovesciate la pasta sulla spainatoia schiacciandola con i palmi della mano per rompere la lievitazione, impastando leggermente con le mani.
Dividetela infine in 4 pezzi uguali che arrotolerete in modo da ottenere 4 cilindri che intreccerete (due per ogni treccia) dando la classica forma di treccia. Appoggiatele queste trecce su una leccarda foderata da carta forno, decorate il centro con l'uovo sodo e fatele riposare per circa un ora.
Tracorso questo tempo, spenellatele con il rosso d'uovo, cospargete la superficie con le mandorle a lamelle e infornatele a 180° per circa 30/35 minuti.