Per 6 persone

  • 500 g di Farina bianca + q.b. per impastare
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 100 g di zucchero
  • 4 uova
  • un pizzico sale
  • 2 cucchiaini di lievito di birra secco oppure 25 g di lievito fresco
  • scorza grattuggiata di un limone
  • marmellata di albicocche q.b.
  • olio di oliva per friggere

La sera, 3 ore circa prima di andare a dormire
Fate sciogliere il lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida, poi impastatelo con un cucchiaio assieme a 80 g di farina e lasciate riposare per almeno 1 ora. Passata un'ora, versate nell'impastatrice (in mancanza della quale potete benissimo lavorare il composto in una grande terrina con le mani, avendo l'accortezza di togliere gli anelli) la farina, lo zucchero, la scorza di limone, il sale, il burro e le uova. Impastare rapidamente gli ingredienti, incorporandovi la pasta lievitata e, se necessario, poca acqua: l'impasto ottimale deve staccarsi facilmente dalle pareti della terrina. Fatene una palla e lasciate a riposare per un paio d'ore, possibilmente in un luogo tiepido. Trascorso questo lasso di tempo, rompete la pasta e modellate con le mani un lungo salsicciotto: dividetelo poi in tanti pezzi della grossezza di circa un mandarino. Formate delle palline della grandezza voluta e apponetele su di canovaccio ben spolverato con della farina: coprite con un altro telo, infarinatelo ben bene e lasciate riposare tutta la notte.

La mattina dopo
Fate scaldare in fuoco non troppo alto, abbondante olio di oliva ed immergetevi pochi alla volta, i vostri preziosi krapfen. La prima "buttata" serve essenzialmente a vedere se l'olio è troppo caldo (i krapfen si cuociono troppo in fretta lasciando crudo l'interno basta tagliarne uno a metà per verificarne lo stato di cottura) oppure se l'olio è troppo freddo (si deve sentire il classico rumore di sfrigolamento). Quando sono dorati scuro, girateli con una paletta e proseguite la cottura: scolate i krapfen ed adagiateli su carta assorbente avendo l'accortezza di tenerli in un posto tiepido/caldo. Per farcirli è sufficente versare in una tela munita di piccola bocca la marmellata. Spolverizzateli con un po' di zucchero a velo, serviteli ancora tiepidi e buon appetito!