Il Blog di Mangiare Bene

I segreti di Marina

La spesa alimentare virtuosa
Accorgimenti per risparmiare il più possibile

Il rincaro dell' energia ma anche il cambiamento climatico sono fra le cause principali dell' aumento dei prezzi dei generi alimentari, una tendenza sempre in crescita. Ma noi possiamo contenere sensibilmente questo trend  mettendo in pratica alcune semplici accortezze che produrranno senz'altro un bel risparmio senza stravolgere le acquisite abitudini.
QUI  come risparmiare gas in cucina
QUI come risparmiare acqua in cucina
QUI come ridurre gli sprechi alimentari



La spesa
Cercate di fare la spesa in iper o supermercati dove i prezzi sono effettivamente più bassi e offrono molte interessanti promozioni. L’importante è portare con sé la lista della spesa per acquistare ciò che effettivamente serve e nella giusta quantità. Lo stesso discorso vale per la spesa online che è la soluzione ideale per chi lavora o impossibilitato a muoversi. Si risparmia tanto tempo e la spesa arriva comodamente a casa nell’orario stabilito. Molti supermercati offrono gratuitamente questo servizio. Anche nei mercati rionali si può comprare a buoni prezzi soprattutto per quanto riguarda frutta e verdura.

Per spendere meno

Verificate con attenzione le offerte promozionali, controllando che il prezzo sia effettivamente basso e che soprattutto la scadenza non sia troppo a breve. Chiedete se è disponibile la carta fedeltà che consente di usufruire di sconti aggiuntivi.
Ricordate che i prodotti posti in basso negli scaffali costano meno e spesso i supermercati indicano il "primo prezzo" proprio in basso.

Frutta e verdura
Non comprate le primizie il cui prezzo è sempre più alto rispetto ai prodotti di stagione e cercate di comprarle nei mercati rionali dove c’è una maggiore scelta.

Carne, pesce, salumi e formaggi
Acquistate fettine ed altri tagli di carne ricavati dal quarto anteriore di bovino, che costa meno e non è inferiore per qualità. Lo stesso dicasi per il pollo: sostituite il petto con i fusi che costano la metà e sono saporitissimi. Comprate il pesce azzurro come acciughe, sarde, sgombri ecc. Sono pesci economici perché presenti in enorme quantità nei nostri mari (quindi, valore aggiunto, non di allevamento). Offrono un apporto di proteine elevato e sono ricchi di acidi grassi insaturi, i famosi omega3, che hanno un effetto benefico per i livelli di colesterolo nel sangue. Anche il salmone ha un buon prezzo: compratelo intero costa la metà di quello tagliato a tranci. Se è troppo grande, una volta a casa tagliatelo a fette e congelatele.
Costa molto meno comprare i salumi e i formaggi venduti a taglio rispetto a quelli confezionati. Evitate di comprare i formaggi grattugiati per lo stesso motivo

Le alternative ai grandi marchi

Molti iper e supermercati propongono alternative ai grandi marchi a prezzi concorrenziali. Nella maggiore parte dei casi sono le stesse grandi aziende che producono per il supermercato lo stesso prodotto, ma con marchio diverso. La qualità è la stessa, ma il costo è inferiore perché su questi articoli non gravano le spese pubblicitarie.


Tirando le somme
Evitate di comprare i piatti pronti che possono essere d’ aiuto solo in situazioni particolari. Privilegiate la cucina casalinga che certamente vi consente di apportare un buon risparmio e su Mangiarebene trovate tantissime ricette per una cucina gustosa, appetitosa e anche low cost.