Il Blog di Mangiare Bene

Eventi Golosi

Settimane del Gusto Lombardo

Si è svolta lo scorso lunedi 14 Marzo, al ristorante Piazza Repubblica di Milano, la serata inaugurale delle Settimane del Gusto Lombardo, iniziativa collegata alle Giornate del Vino di Golosaria che fino al 14 maggio porterà in 13 ristoranti lombardi il progetto “Nati per stare insieme”, unendo due eccellenze lombarde quali il Grana Padano Dop nelle tre stagionature e i vini lombardi dei Consorzi aderenti ad Ascovilo.

 


Il benvenuto
Ad accogliere i partecipanti a questa serata Paolo Massobrio, patron di Golosaria, Cristina Capellini di Ascovilo (Associazione Consorzi Tutela Vini Lombardi a D.O.C.G. , D.O.C e I.G.T.

), Filippo Duranti delegato Onaf Milano (Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio) e lo chef Matteo Scibilia che ha preparato il menu della serata.


La degustazione
Prima di iniziare la cena, Filippo Duranti ci fa degustare tre tipi di Grana Padano con tre stagionature diverse e ci ricorda che sono solo 5 regioni a produrre questo formaggio (Trentino, Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna) e che 3 sono le stagionature che identificano il percorso di crescita di questo formaggio: 9, 16 e 20. Prosegue affermando che il Grana Padano è un formaggio frutto dell' attesa: infatti ci vogliono 9 mesi prima che le forme vengano marchiate dal Consorzio, 16 mesi affinché il formaggio acquisti caratteristiche organolettiche interessanti e 20 mesi affinché la forma possa essere marchiata come riserva. Per questa cena sono stati portati in degustazione quello di 12 mesi, un grana ancora giovane; 18 mesi un grana abbastanza vicino alla tipologia riserva e un 26 mesi un grana dalla stagionatura molto importante. Ci fa notare che in una degustazione di formaggi per prima cosa si guarda al colore: nel caso nostro si nota subito come il colore di quello più giovane sia giallo paglierino che diventa più intenso mano a mano che invecchia. Il grana più giovane, una volta spezzato rilascia sentori di latte fresco e anche di erba fresca mentre gli aromi diventano più complessi con l'invecchiamento. In quello Riserva di 26 mesi diventano predominanti i sentori di burro, erba, frutta secca e brodo di carne. Per quanto riguarda l'analisi gustativa in quelli più giovani predomina la sensazione dolce mentre in quello di 26 mesi si percepisce di più la piccantezza e la sapidità. Ed ora a tavola!

Il menu
Matteo Scibilia ha "codificato" un menu composto da strudel di pere e noci con Grana Padano Dop; tortelli ripieni con brasato di vitello sanato piemontese “allevato a nocciole”con fonduta di Grana Padano Dop; mondeghili milanesi con Grana Padano Dop e, a chiudere, il gelato di Grana Padano Dop Riserva con perle di aceto balsamico e lamponi. E queste prime ricette, fanno parte di una collezione di 52, create da altri 12 chef secondo il programma pubblicato su Il Golosario.it. Ad accompagnare i piatti, il Garda Spumante Brut (Cantina Colli Morenici), il Lugana "le Creete" (cantina Ottella)e il Valtellina Superiore Sassella “Incanto”( Tenuta Scerscè)


Arrivederci all' Hotel Melià
Filippo Duranti
, Edoardo Peduto di Grana padano e Paolo Massobrio vi aspettano al prossimo appuntamento presso l’hotel Melià di Milano, dove sabato 19 marzo è in programma la prima Giornata del Vino di Golosaria che per tutta la giornata aprirà le porte a operatori e appassionati winelovers con la presenza di produttori vitivinicoli lombardi e l’Enoteca realizzata da Ascovilo (Associazione Consorzi Vini Lombardi) per conoscere le sfaccettature delle varie zone del vino della regione. A completare il quadro, un programma di ben 8 masterclass, condotte da Paolo Massobrio e Marco Gatti. Per l’occasione, il ristorante Mamì dell’hotel Melià ospiterà la seconda cena della Settimana del Gusto, presenti Paolo Massobrio e Marco Gatti, con un nuovo menu degustazione.