Il Blog di Mangiare Bene

Magazine

La dieta detox

La dieta detox è a base di ingredienti che aiutano a ripulire il nostro corpo dalle tossine accumulate in modo da disintossicarlo. Seguendola per almeno due settimane ci sentiremo bene e pieni di energia

Il vademecum della dieta detox: cinque semplici regole
Tutti i giorni

Scegliete prodotti biologici e ricchi di fibre che aiutano ad eliminare le tossine.
Almeno in un pasto
Inserite legumi e loro derivati, come il tofu e il seitan, un alimento ricco di proteine che viene preparato con il glutine di frumento.
Molta frutta e verdura
Consumate frutta e verdura, meglio se di stagione, per fare il pieno di quelle sostanze antiossidanti tanto importanti per il nostro benessere. Ideali sono le zuppe di verdure, le creme ed i passati da preparare almeno una volta al giorno, perché ricchi di acqua e fibre.
Da limitare
Limitare l'uso di cibi raffinati, di cibi grassi e ricchi di additivi e coloranti artificiali, latte e derivati. Evitare ovviamente fritti e dolci
Da eliminare
Eliminate l'uso di alimenti o bevande contenenti stimolanti come la caffeina e l' alcol

Acqua e tè
E' essenziale, bere tanta, tantissima acqua, senza limiti, senza tregua. Se per qualcuno è già un'abitudine, per altri può rappresentare una condanna, ma pazienza: la bottiglietta d'acqua deve diventare una sorta di alterego, da portarsi sempre dietro in modo che sia sempre a  portata di mano. Bere ai pasti non è sufficiente, anzi, l'acqua che fa davvero bene è quella bevuta lontano dai pasti, soprattutto se si scelgono acque minerali povere di sodio, in quanto sono più diuretiche. Gli esperti consigliano di bere non meno di un litro e mezzo di acqua al giorno, a piccoli sorsi e a temperatura ambiente, ma perché limitarsi? Per ottenere qualcosa in più, è meglio berne almeno due litri ( 8 bicchieri circa)  in quanto non ci sono controindicazioni. 
Anche il tè va bene: basta che contenga poca caffeina. Quello verde e quello bianco sono i più indicati: una bella tazza al mattino o a metà giornata dovrebbe diventare un appuntamento regolare, per disintossicarsi. Cercate di berlo senza aggiungere lo zucchero ma, se non ce la fate, addolcitelo con una punta di miele. Vedrete che dopo qualche giorno sentirete già i benefici.

Centrifugati
Un valido aiuto proviene anche dai centrifugati di frutta e verdura che, grazie al loro contenuto di fibre, sali minerali e vitamine, favoriscono l'eliminazione delle tossine ma nello stesso tempo hanno un forte potere saziante.
QUI ricette di centrifugati

La prima colazione detox
E' molto importante incominciare la giornata con una adeguata prima colazione che ci apporta una buona dose di energia. Ecco alcuni suggerimenti per renderla variata e piacevole.
Via libera a Tè bianco + fette biscottate integrali oppure Frullato di fragola e pera; Centrifugato di arancia, carote e limone; Té bianco + macedonia di frutti di bosco; Frullato di frutta mista; Macedonia di frutta fresca; Muesli con latte di mandorla.

Il pranzo e la cena detox
Le verdure sono le protagoniste del pranzo/cena detox sia servite crude in pinzimonio che cotte al vapore  condite con 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva d'oliva e qualche goccia di salsa di soia, se vi piace, oppure succo di limone, erbe aromatiche o zenzero fresco.  Potete scegliere qualsiasi tipo di verdure come le zucchine, la bieta, gli spinaci, le carote, la zucca,i broccoli, i carciofi, i peperoni ed i pomodori questi ultimi due sbucciati e senza semi. Accompagnatele da una fetta di pane integrale  e vi sentirete piacevolmente sazi.



Una tisana alle erbe
Le tisane sono parte integrante della cucina detox. Dovete berle una volta al giorno, dopo i pasti, e vi sentirete da subito più in forma.
Un esempio di infuso depurativo: la tisana alla gramigna. Fate bollire 20 gr di radici di gramigna, schiacciatele con un cucchiaio e poi mettetele di nuovo a bollire in 250 gr di acqua con la scorza di 1 limone. Filtrate e bevetela calda o fredda.
Se volete perdere liquidi oltre che peso, sono ideali le tisane di  carciofo, tarassaco, bardana, ortica, cicoria e genziana. Vanno prese due volte al giorno e le trovate sia nei supermercati che dall’erborista.
Per la tisana al carciofo mettete in infusione 30 gr di foglie di carciofo nell’acqua già fatta bollire: aspettate 15 minuti, filtrate e bevete la tisana dopo i pasti principali per due o tre settimane.
Potete combinare il tarassaco, la cicoria e l’ortica, sempre mettendo in infusione 20 gr di ognuno per 15-20 minuti e filtrando prima di bere la tisana. Data la concentrazione di queste erbe, basta berla una volta al giorno.
Se il sapore vi risulta troppo amaro, dolcificatele con una puntina di miele.