Il Blog di Mangiare Bene

I segreti di Marina

Mozzarella:
conserviamola al meglio

Con l' arrivo dell' estate, la mozzarella diventa uno dei prodotti più consumati nella nostra tavola. Ma sappiamo gustarla al meglio? La regola fondamentale è quella che va sempre gustata a temperatura ambiente per godere al massimo della sua bontà.

La Mozzarella di Bufala, è un alimento "vivo" composto da latte di bufala fresco, sale e caglio e senza conservanti. Ha un colore bianco porcellana, la superficie esterna lucida, la pasta soda ed elastica, una struttura a foglie sovrapposte e un sapore particolare di latte fresco con punte di selvatico. Diverse sono le sue forme: la classica forma rotonda, le ovoline, i bocconcini e le treccine.
Va conservata in una ciotola di ceramica o di vetro completamente immersa nel suo siero, in un luogo fresco ma non in frigorifero (fino a 22° non soffre). Il freddo infatti modifica il suo gusto in maniera irrimediabile.


La Mozzarella prodotta con latte vaccino o Fiordilatte ha un sapore più delicato di quello di bufala. Quasi tutta viene prodotta con latte pastorizzato e per questo motivo ha un tempo di conservazione molto lungo che può arrivare fino ad un mese (produzioni industriali). I formati sono gli stessi di quelli della bufala e per la conservazione dei fiordilatte artigianali, vale lo stesso discorso di quello per la mozzarella di bufala. Quelli invece di produzioni industriale, vanno conservati in frigorifero e consumati entro la data di scadenza.
Ugo, fan di Mangiarebene e grande esperto di formaggi, aggiunge questo suo segreto: "Se avete fretta e, una volta tolta dal frigo, non avete il tempo per farla ritornare alla giusta temperatura, poco prima di mangiarla, immergetela in una ciotola di acqua calda (40° circa) e quando l'acqua ha raggiunto la temperatura ambiente la mozzarella è pronta per essere assaporata al suo meglio."Funziona davvero!!!!


Se invece usate la mozzarella in preparazioni calde, la mozzarella deve filare. Per ottenere questo effetto è necessario che la mozzarella sia ben asciutta.  Basta tagliarla a fette, stenderla su un tagliere ricoperto da carta assorbente di cucina tamponando con dell' altra carta. E poi riporla in frigorifero per circa 15 minuti in modo che rimanga ancor più asciutta e pronta per fare la sua bella filatura durante la cottura del piatto.
Per quanto riguarda la pizza, è importante aggiungerla durante gli ultimi minuti di cottura.