Il Blog di Mangiare Bene

I segreti di Marina

Mosche e mosconi, come tenerli lontani dal cibo

L’estate è la mia stagione preferita ma lo sarebbe ancora di più se non ci fossero mosche e mosconi che a volte, soprattutto in campagna, non danno tregua. Mi sono sempre chiesta se servono a qualcosa; so soltanto che entrambi sono portatori di batteri a volte anche pericolosi per la nostra salute. Per questo motivo il mio istinto primordiale sarebbe quello di uccidere le mosche schiacciandole con una manata senza provare nessun senso di colpa, ma loro scappano sempre. Ho provato perfino con le bacchette come fa  Karate Kid,  ma peggio ancora!


Basilico
E’ risaputo che le mosche odiano il profumo del basilico, quindi per tenerle lontane dalla cucina provate a mettere una piantina sul davanzale della finestra e un altra all’interno. Voi vi godrete il profumo e le mosche invece scaperanno.

Aceto di vino rosso in un contenitore rosa
Questo metodo per davvero curioso, mi è stato suggerito dalla mia amica Elisabetta e funziona per davvero sia all’ aperto che al chiuso. Praticamente sulla tavola apparecchiata si mettono delle ciotoline di ceramica rigorosamente rosa riempite di aceto di vino rosso. Né Elisabetta né altri mi hanno saputo dirmi il perché ma devo dirvi che questi noiosi insetti, grazie a questo semplice accorgimento, non si avvicinano più alla tavola.

Chiodi di garofano e limone
I chiodi di garofano  rilasciano un profumo che le mosche detestano. Per potenziarne l’effetto repellente,  infilzateli  nella polpa di alcune fette di limone e mettele dentro delle ciotole che disporrete  nei  posti dove sono presenti. Voleranno via in un attimo!