Le Ricette di Conserve di MangiareBene



Fin dalla preistoria l'uomo ha cercato di proteggersi dalle carestie conservando il cibo, soprattutto la carne degli animali cacciati, con l'unico metodo possibile: l'essicazione.
La scoperta del fuoco apportò nuove tecniche quale l'affumicatura e la salatura metodi tuttora usati per conservare la carne.
Per quanto riguarda la conservazione della frutta e la verdura, essa avveniva attraverso la sua essicazione al sole o vicino al fuoco.
Ben presto la conservazione in salamoia e quella sottoaceto prese piede e soltanto dopo millenni si giunse alla conservazione con lo zucchero.
La conservazione in vaso fatta in casa è una pratica che ha solo due secoli di vita e fu per primo il francese Appert nel 1795 a scoprire il metodo per conservare i cibi in barattoli di metallo o bottiglie di vetro ermeticamente sigillati impedendo in questo modo la fermentazione e di conseguenza la decomposizione delle sostanze organiche.

Confetture, marmellate e gelatine
Le confetture si preparano usando dei frutti interi o a pezzi grossi.
Le marmellate si preparano con frutti tagliati a pezzettini o passati al passaverdure dopo una prima cottura.
Le gelatine si ottengono solo con il succo filtrato della frutta parzialmente bollita e successivamente fatta bollire con lo zucchero.

Sottaceti e sott’oli
Consiste nel conservare verdure freschissime e di prima scelta in olio o aceto.

Sottosale e Salamoia
Consiste nel conservare verdure freschissime e di prima scelta sotto sale o in una soluzione di acqua e sale.

Le Novità

Le Regole base

Stampa etichette

Le ricette di...

Tutte le ricette di: Conserve