Le Ricette di MangiareBene

Altri primi : Ricette di Primi Piatti Vari

Fagioli con le cotiche

Fagioli con le cotiche

E' una classica ricetta della cucina romana.
Le cotiche sono le cotenne di prosciutto crudo che il salumiere scarta in modo da poterlo affettare. Fatevene regalare qualcuna e a casa procedete come da ricetta.

mi piace!



Ingredienti

Per 6 persone

  • 300 g di fagioli cannellini o borlotti secchi
  • qualche cotenna di prosciutto
  • un cucchiaio d’olio d’oliva
  • 3 fettine di prosciutto crudo tritate
  • 250 ml di passata di pomodoro
  • una piccola cipolla tritata
  • 1 spicchio di aglio tritato
  • prezzemolo e basilico tritati
  • Sale, pepe
Inoltre...
Procedimento

Preparazione della cotenna
Raschiate le cotenne per togliere lo sporco esterno, poi sgrassatele bene togliendo con un coltello affilato la parte grassa attaccata alla cotenna che diventerà così quasi trasparente. A questo punto fatela scottare in acqua bollente NON SALATA per togliere il sale. Scolatele e tagliatele a strisce.

I fagioli
Mettete i fagioli a bagno in abbondante acqua tiepida e lasciateli a molllo per almeno 8 ore, poi sciacquateli, versateli assieme alla cotenna a striscioline in una casseruola, salateli e copriteli di acqua fredda in modo che sopravanzi di tre dita. A fuoco basso fate alzare il bollore poi abbassate la fiamma al minimo e fateli cuocere, a fuoco dolcissimo (i fagioli non si devono muovere...), per circa 2 ore o finché sono teneri.Se dovesse mancare l'acqua, aggiungete un mestolo di acqua bollente.
Ora in un tegame possibilmente di coccio fate rosolare dolcemente in un cucchiaio di olio la cipolla assieme al prosciutto, il prezzemolo e basilico tritati e quando la cipolla comincia a imbiondire, unite la passata di pomodoro e fate insaporire questa salsa per un quarto d’ora prima di unirvi i fagioli sgocciolati, le cotenne e un mestolo dell' acqua di cottura dei fagioli. Salate e pepate a vostro piacimento, date una bella mescolata, incoperchiate e finite di cuocere, a fuoco dolce, per circa mezzora aggiungendo ancora, se necessario, qualche cucchiaio dell’acqua di cottura dei fagioli. Serviteli subito
ben caldi nello stesso tegame di coccio o su di un piatto di portata.