I Menu di Marina

Ricette Whoopies pies: Le Ricette di MangiareBene



I whoopies sono diventati i dolcetti più trendy del momento soppiantando il primato dei cup cakes e perfino dei macaron. Due stati americani ne rivendicano la paternità (Pennsylvania e Maine) ma la loro origine rimane incerta. In Pennsylvania si dice che furono le donne della comunità Amish a mettere nei lunch boxes dei figli questi dolcetti e che questi esclamassero "Whoopie!" per la gradita sorpresa.
Nel Maine invece si è certi che i whoopies furono creati nel 1925 in una pasticceria, ma non è possibile dimostrarlo perchè un incendio ha distrutto i documenti che lo comprovavano. Per quanto riguarda il nome, un articolo recente del Wall street Journal confuta la tesi del grido di gioia dei bambini amish.
Secondo questo articolo, il nome deriva da una canzone Makin' Whoopee scritta nel 1928 da Walter Donaldson e Gus Kahn per il musical "Whooppee!" e cantata da diversi cantanti jazz (Eddie Cantor, Ella Fitzgerald, Ray Charles). "Makin' Whoopee" significava "fare l'amore" ed era un modo per aggirare la censura, a quei tempi molto rigida, e certamente non era un sinonimo di dolcetto.
Ma veniamo ai nostri whoopies, cosa sono esattamente? Praticamente sono dei soffici dolcetti tondi (di circa 7,5 cm di diametro, ma anche più piccoli), delle mini tortine cotte in forno farcite, una volta fredde, con un ripieno cremoso e decorate con dello zucchero a velo, glasse colorate o qualsiasi altro tipo di decorazione. Dalla ricetta originale che consiste in un morbido impasto di cioccolato farcito con una crema a base di burro, zucchero a velo e chiara d'uovo, ne sono derivate diverse varianti: scegliete il whoopie che preferite!



Ricette Whoopies pies