I Menu di Marina

Pesto genovese: Le Ricette di MangiareBene



Il pesto alla genovese è la seconda salsa più usata al mondo per il condimento della pasta, e la prima salsa cruda della cucina mondiale, e ha ormai una diffusione davvero universale.
Il pesto alla genovese è fortemente identificato con Genova e con la Liguria e la prima ricetta scritta del pesto che ci è giunta risale alla metà dell'800 e da allora non è cambiata: basilico, aglio, pinoli, Parmigiano Reggiano o Grana Padano e pecorino sardo, olio e qualche granello di sale marino sono gli ingredienti del pesto alla genovese fatto in casa che però ognuno calibra secondo il proprio gusto: non troverete infatti mai due "pesti" uguali.
Per la vera ricetta del pesto alla genovese è indispensabile usare ll mortaio di marmo ed il pestello di legno ma, se non li avete in casa, potete fare il pesto alla genovese col frullatore con un risultato più che soddisfacente. Il pesto genovese deve risultare di un colore verde chiaro con una consistenza che non deve essere nè troppo liquida nè troppo compatta. In caso di eccesso di pinoli, si ha per esempio un pesto gelatinoso. Infine l'equilibrio dei suoi ingredienti deve risultare armonioso senza che nessun ingrediente prenda il sopravvento. Esiste anche una versione più rustica: il pesto alla genovese senza pinoli dove le noci sostituiscono i pinoli. In entrambi i casi la lavorazione deve avvenire a temperatura ambiente e deve terminare nel minor tempo possibile per evitare problemi di ossidazione. A questo punto il pesto genovese è pronto per condire le trenette al pesto alla genovese, trofie al pesto, le le lasagne al pesto e molti altri piatti di pasta con pesto alla genovese. E' anche il condimento ideale per un squisito piatto di gnocchi al pesto, di una saporita pasta fredda al pesto e può essere aggiunto per dare gusto al minestrone di verdure o a una pizza al pesto.



Pesto genovese