Le Marinate

I segreti di Marina : Le Ricette di MangiareBene

Topinambour:

che impresa sbucciarli!

Topinambour:

Le nostre campagne durante l'autunno sono rallegrate da dei bei fiori gialli che crescono spontaneamente un po' dovunque.
Soni i fiori del topinambour, pianta appartenente alla stessa famiglia dei girasoli, i cui tuberi, somiglianti ad una piccola patata, sono molto apprezzati dai gourmet per il loro particolare sapore dolce.
Ottimi consumati crudi nella bagna cauda oppure cotti nelle minestre e, anche se presentano una certa difficoltà nel pulirli, ne dovremmo consumare di più . Infatti, oltre ad essere ricchi di vitamine, fibre e minerali contengono soprattutto pochi glucidi: ideali quindi per i diabetici o chi segue una cura dimagrante.
Se usiamo i topinambour crudi, laviamoli
con una spugnetta di ferro (senza sapone incorporato) poi risciacquiamoli bene: in questo modo avremo tolto quasi del tutto la loro buccia sottile. Un altra valida alternativa consiste nello sbucciarli con il pelapatate. Se invece li vogliamo cotti, basta bollirli come le patate e poi farli intiepidire: la pellicina verrà via in un attimo.