Le Marinate

Amarcord : Le Ricette di MangiareBene

Beppe Bigazzi

"l’immagine di me piccolissimo che poppo dal seno di mia madre"

Aretino, per la precisione di Terranova Bracciolini, Giuseppe Bigazzi è passato dalla finanza alla passione per la buona tavola.
Dopo un passato da amministratore delegato e presidente di numerose società e industrie internazionali, Bigazzi è diventato una vera autorità in materia di gastronomia. Un cultore e un paladino della cucina sana, quella legata alle tradizioni più autentica. E coerentemente con le sue convinzioni, è nemico giurato di tutte le teconologie applicate alla cucina.
Dopo aver partecipato a trasmissioni come Unomattina, da diversi anni affianca Antonella Clerici nella conduzione del programma di RaiUno La prova del cuoco.

Beppe Bigazzi

Il primo ricordo di Beppe Bigazzi legato al cibo appartiene alla primissima infanzia. "Ho ancora davanti agli occhi — afferma — l’immagine di me piccolissimo che poppo dal seno di mia madre. Avevo venti mesi, lei tirava fuori un panchettino e io ci salivo sopra per arrivare a lei". Ma l’universo gastronomico di Beppe Bigazzi appartiene alla vita delle campagne. "Allora — racconta — si lavorava tutto il giorno e non c’era ancora la tivù. Ogni sera i contadini facevano una festa, mi ricordo mangiavamo cose diverse a seconda di dove ci trovavamo, polli e anatre, ma anche agnelli e bovini, qualche volta pesci dell’Arno. E si preparava la scottiglia di carne, piena ogni volta di sapori nuovi. Poi, dopo cena, le donne pulivano la casa e gli uomini cantavano in verso toscano"